Marco Andreoli

Una breve presentazione del candidato Sindaco di Negrar

Cari Negraresi,
sono Marco Andreoli e vorrei con queste poche righe presentarmi a voi tutti in quanto ho deciso di mettermi a disposizione della nostra grande comunità in veste di candidato Sindaco di Negrar per il centrodestra.

 

Sono nato a Negrar, 35 anni fa, e abito ad Arbizzano, sono Ingegnere edile iscritto all’Ordine con laurea magistrale conseguita all’Università di Trento e svolgo la libera professione prevalentemente nell’ambito dell’efficientamento energetico, del comfort abitativo e della prevenzione incendi.

 

Da sempre faccio della tutela dell’ambiente, e quindi della nostra salute, la guida di ogni mia azione, senza però perdere di vista il progresso, perché il mondo corre veloce e nessuno si ferma ad aspettare l’Italia, né tantomeno Negrar!

 

Sono un militante del partito Lega-Salvini Premier, sezione di Negrar e questo è il primo incarico politico per il quale mi accredito nonostante io faccia parte di questo partito da molti anni.
Sono sì il candidato del mio partito, ma sono orgogliosamente anche il candidato degli altri partiti e liste civiche che mi sostengono in questa sfida, e a loro va il mio riconoscente ringraziamento.

 

Mi ritengo una persona curiosa, educata ed equilibrata, sicuramente pragmatica, decisionista e col dono della sintesi; ho propensione al sacrificio ed essendo genitore di due bambini, di 7 e 4 anni, ho sicuramente grandi motivazioni e interesse per il futuro della nostra comunità. Sono una persona che sa fare squadra, che impara in fretta e che non fa mai due volte lo stesso errore.

 

Spero di avere presto la possibilità di conoscervi tutti, o quasi, e so già che mi perdonerete se mi dimenticherò il nome di qualcuno!

 

Sono il centravanti di una squadra motivata e arricchita sia dall’energia dei giovani che dalla saggezza di chi ne ha viste tante.
Abbiamo la grande opportunità di completare la filiera che ci porterebbe fino a Bruxelles, passando dalla Provincia, dalla Regione e dal Governo nazionale, tutte guidate dalla Lega.

 

Negrar può finalmente tornare a sedersi nei tavoli che contano per cercare di portare a casa quei finanziamenti vitali per realizzare tutti i nostri progetti.

 

L’obiettivo mio e del mio gruppo è quello di rimettere in piedi Negrar e di farla correre, consacrandola come cuore pulsante dell’intera comunità di persone che noi chiamiamo «Valpolicella», terra dove il fascino del passato si sposa con l’innovazione tecnologica perché Negrar, ricordiamolo, non è soltanto nostra, ma è anche dei negraresi di ieri, che vanno ricordati, e soprattutto dei negraresi di domani, che vanno difesi.

 

Pertanto basta vivere di soli ricordi e cominciamo a pensare che il nostro futuro sarà migliore di questo presente perché dipende da noi e dalle scelte che facciamo!

 

Marco Andreoli